Comunicato stampa “Europride 2011: noi ci siamo”

EUROPRIDE 2011: NOI CI SAREMO

I volontari e le volontarie del Comitato Provinciale Arcigay Perugia e dell’Associazione Arcigay-lesbica Omphalos sfileranno a Roma in occasione della manifestazione internazionale di orgoglio omosessuale.

Roma – L’11 giugno 2011 si svolgerà a Roma la “Big Parade” dell’Europride 2011, la più significativa manifestazione internazionale europea di orgoglio omosessuale, che ogni anno vede protagonista una capitale d’Europa. L’Umbria avrà la sua rappresentanza ufficiale con la presenza di tutti i soci e volontari del Comitato Provinciale Arcigay Perugia e dell’Associazione Arcigay-lesbica Omphalos, che per l’occasione sfileranno insieme su di un carro appositamente allestito.

L’Umbria, grazie all’impegno ed al contributo fondamentale dei volontari del Comitato Provinciale Arcigay Perugia e dell’Associazione Arcigay-lesbica Omphalos , sarà presente con un carro a forma di Arca di Noè, sulla quale saranno ospitate una coppia di ogni specie animale (ossia volontari travestiti da animali), per manifestare che la diversità arricchisce sempre e con l’invito implicito ad andare d’accordo tra diversi: scimmia con cane, pappagallo con rinoceronte e via elencando le biodiversità. L’Europride non è una manifestazione solo di qualcuno e sempre contro qualcosa. Europride è una manifestazione di tutti. E’ per i diritti. “E’ per più democrazia e uguaglianza nel nostro paese” come ha sottolineato Paolo Patanè, presidente dell’arcigay nazionale.

EUROPRIDE: RAPPRESENTANZA UMBRIA PRESENTE CON CARRO ARCA NOE

p.p1 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 22.0px Arial} p.p4 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 16.0px Arial; min-height: 18.0px} p.p5 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 13.0px Arial; color: #002a5c} p.p6 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 16.0px Times; min-height: 19.0px} p.p7 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 14.0px Arial; color: #3b709a} p.p8 {margin:…

Adotta un Finocchio 2011

CONTRO L’OMOFOBIA ADOTTA UN FINOCCHIO Le iniziative che andremo a mettere in campo in occasione della giornata mondiale contro l’omofobia per questo 2011 sarà il consueto “adotta un finocchio”.  Il programma consiste in un “open day” dell’associazione per il giorno 15 maggio, (dalle ore 15.30 alle ore 23.00) con salotto nel parco del Grocco adiacente…

Incontro con la Presidente Catiuscia Marini

I rappresentanti del Comitato Provinciale Arcigay Perugia e dell’Associazione Arcigay-lesbica Omphalos Gianpietro Bucciarelli, Patrizia Stefani, Daniele Paoletti, Lorenzo Starnini e Giuliana Foca sono stati ricevuti dalla presidente della regione Umbria Catiuscia Marini. Sono stati trattati vari temi importanti per le due associazioni e l’intera comunita GLBT Umbra; riguardo alla proposta dell’Udc di emendare l’articolo 9,…

The show must gay on!

Cineforum “The show must GAY on!”, organizzato dal gruppo giovani dell’Omphalos! 4 week-end dedicati alla storia del movimento LGBT e alle sue mutazioni politico-socialil, che si concluderanno con un evento di due giorni sulle “nuove famiglie”. SABATO 5 FEBBRAIO, ore 17 Proiezione del film “Milk” di Gus Van Sant. SABATO 12 FEBBRAIO, ore 17Proiezione del film “Mine…

Giornata della memoria 2011

Come ogni anno il Comitato Provinciale Arcigay Omphalos e l’Associazione Arcigay Arcilesbica Omphalos di Perugia organizzano una serie di iniziative in occasione della giornata della memoria. Quest’anno iniziamo con una campagna di sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza di Perugia. Durante la giornata del 27, in collaborazione con il Comune di Perugia, abbiamo allestito la mostra sull’Omocausto…

Arcigay: il Papa sbaglia

Comunicato stampa di Arcigay

Il pontefice, nel discorso di qualche giorno fa rivolto ai diplomatici accreditati presso la Santa Sede, afferma che la possibilità per gay e lesbiche di contrarre matrimonio o unioni civili sono mera “espressione di desideri egoistici e non trovano il loro fondamento nell’autentica natura umana”.

Ci preme ribadire, per l’ennesima volta, che tale riconoscimento giuridico costituisce invece la giusta risposta a bisogni essenziali di cittadine e cittadini, utili al pieno sviluppo della personalità umana, come riconosciuto ormai dalla stragrande maggioranza delle democrazie occidentali e dalle legislazioni di moltissimi paesi, che tutelano l’uguaglianza nell’ambito dei valori civili di uno stato laico e democratico.

Non a caso anche la Corte costituzionale italiana ha riconosciuto l’alto valore sociale delle coppie omosessuali e ha sottolineato l’urgenza di un istituto giuridico che le tuteli, invitando il Parlamento a sanare tale vulnus legislativo.